Banner

Hub Campania per l'Impresa Sociale

paIDEAlogo_web2

Paideia WebTV

Paideia webtv su you-tube
You need Flash player 6+ and JavaScript enabled to view this video.
Title: Attività Paideia
Home La Sede Administrator

Administrator

Venerdì 27 Aprile 2012 08:33

Vicini per costruire prospettive di vita

Vicini_Per2Il libro pubblicato nella collana Rosso Fisso, promossa da Paideia, sostiene laboratori locali di promozione di percorsi di partecipazione e di accoglienza, a partire dalle famiglie, favorendo la costruzione di interconnesioni sempre più vive.


Autori AA.VV.
Pubblicato da Rosso Fisso
(Ass. Cult. Paideia onlus)
Data di pubblicazione 2012
Luogo di pubblicazione Salerno
Paese di pubblicazione Italia
© 2012 Associazione Paideia - Salerno
Lingua del testo Italiano
LIBRO CARTACEO
Legatura Rilegato

 

 

Abstract Vivere esperienze significative di vicinanza, nella città, significa in questo momento sperimentare spazi di accoglienza reciproca, di rottura di esclusioni e ghettizzazioni drammatiche, di costruzione di climi interculturali, di allargamento degli attuali spazi asfittici di partecipazione e coscienza politica.Occorre ripartire dalle relazioni, valorizzando innanzitutto l'interazione educativa, ossia il contenuto del rapporto genitori-figli e il suo irradiarsi in tutte le direzioni.Si possono sperimentare forme di accoglienza e di vicinanza in cui ci si sostiene tra adulti e si accompagnano le giovani generazioni nel loro percorso di vita, in alternativa a pratiche educative mercificatorie proposte dal mercato. La condizione esistenziale di vulnerabilità e di precarietà, che si fa durissima con l'attuale crisi che attraversa l'Europa, può diventare un'occasione straordinaria di condivisione, sostenuta dalla disponibilità a comunicare in profondità, a cercare insieme, per rivalutare interazioni fraterne e risorse offerte da legami che generano responsabilità.Il cammino e l'esperienza della rete sociale Bambini, Ragazzi e famiglie al Sud.

 

Venerdì 27 Aprile 2012 08:23

Alterità ed accoglienza

 Alterità ed accoglienzall nuovo libro pubblicato da Paideia nella collana Rosso Fisso  a cura della Rete sociale "Bambini, ragazze e Famiglie al sud" con il sostegno di "Fondazione con il sud".

Il testo si interroga sulla tenuta dei legami sociali nella città contemporanea e si chiede come sia possibile rafforzarli e ricostruirli in un tempo in cui le relazioni si frammentano.

Autori AA.VV.
Pubblicato da Rosso Fisso
(Ass. Cult. Paideia onlus)
Data di pubblicazione 2012
Luogo di pubblicazione Salerno
Paese di pubblicazione Italia
© 2012 Associazione Paideia - Salerno
Lingua del testo Italiano
LIBRO CARTACEO

 


Abstract Si esplorano i modi diversi in cui il volto dell'altro interroga ciascuno di noi, sollecitandoci ad assumere una responsabilità personale nei suoi confronti.Scopriamo chi siamo davvero solo passando attraverso l'incontro con il volto dell'altro.Nell'interrogarci sulla tenuta dei legami sociali nella città contemporanea, ci si chiede come sia possibile rafforzarli o ricostruirli, in un tempo in cui le relazioni si frammentano, trovando una spinta decisiva per una relazione liberante, nella scoperta di essere accomunati da una vulnerabilità e da una precarietà condivise.La riflessione sulla vulnerabilità facilita l'approccio alla dimensione politica dell'accoglienza, come risorsa cruciale per la convivenza.Tale dimensione sollecita persone, famiglie, gruppi, comunità a fare i conti con la presenza altrui, specie quando l'altro ha il volto dello straniero, in un tempo in cui l'impatto con la diversità genera paure, risentimenti e chiusure difensive, spesso anche violente.

 

Mercoledì 14 Settembre 2011 09:00

CON IL SUD - Giovani e Comunità in rete

Dal 30 settembre al 2 ottobre 2011
NAPOLI – Catacombe di San GennaroTre giorni di incontri ed eventi per festeggiare e “raccontare” insieme i cinque anni della "Fondazione CON IL SUD"

per maggiori informazioni, visita il sito www.fondazioneconilsud.it

  

Lunedì 19 Luglio 2010 15:27

Rosso Fisso

logo_rosso_fisso

C'era un tempo in cui volontariato, cooperazione sociale, agire comunitario viaggiavano col "rosso fisso": la lancetta del cruscotto sempre adagiata sul fondo, ogni tanto uno spruzzo di benzina e la speranza di non fermarsi, di continuare ad andare, con le ruote per terra ed il cuore alle stelle.

Oggi c'è bisogno di riprendere quella direzione, senza nostalgia per i mezzi sgangherati o i serbatoi sempre a secco: bisogna riempirli di nuovo con miscela esplosiva, fatta di ascolto, radicamento, rabbia e indignazione, gratuità, solidarietà, condivisione, progetto, cambiamento.

Viaggiare col rosso fisso deve tornare ad essere valore e stile di vita, orizzonte verso cui guardare, direzione verso la quale, con tenacia e contro il comune senso del tornaconto personale e di gruppo, procedere.



Il marchio editoriale Rosso Fisso, promosso dall'Associazione PAIDEIA, si propone di favorire la riflessione intorno ad almeno due grossi percorsi tematici, peraltro tra loro collegati: quello della povertà e delle disuguaglianze, e quello delle esperienze di lavoro sociale, nel tentativo di approfondire qual è il contributo che esse offrono alla tenuta dei legami sociali e alla costruzine delle politiche di Welfare.

L'obiettivo è quello di favorire l'incontro e la conversazione tra il mondo della ricerca scientifica e quello dell'impegno sociale, nella speranza che tutto ciò possa contribuire a tracciare canali di scorrimento tra due ambiti importanti della vita sociale.

Si tratta di un tentativo animato dalla convinzione che, nella situazione attuale, il lavoro sociale nei territori è in grado di produrre reale innovazione nella misura in cui riesce ad accompagnare le esperienze concrete con una adeguata azione riflessiva su di esse.

 

I testi pubblicati nell'anno 2010:

- "Bambini e ragazzi da non dimenticare"
Rapporto di ricerca sull'Accoglienza dei minori in Calabria. A cura di Pietro Fantozzi

- "Itinerari - L'etica del Mistero"
A cura di Pio Parisi

- "Frammenti di vita"
A cura di Suor Chiara Patrizia

Venerdì 25 Giugno 2010 15:10

Tutti insieme per

TUTTI INSIEME PER … NUOVI STILI DI VITA

La tutela dell’ambiente, l’integrazione dei diversamente abili, una sana e corretta alimentazione, l’impegno a creare legami familiari stabili e sinceri, l'equa distribuzione del benessere e delle risorse, l’accoglienza degli immigrati e di quanti che hanno difficoltà ad ambientarsi nella nostra società: sono questi i valori che vogliono comunicare gli organizzatori della manifestazione "Tutti insieme per…”, giunta quest’anno alla sua quinta edizione. Tutti insieme per… è organizzata dalle associazioni di volontariato che operano nella zona orientale di Salerno, le quali fanno da tempo esperienza quotidiana delle tematiche del disagio sociale, dell’emarginazione e delle varie forme di povertà, e testimoniano con il loro operato i nuovi stili di vita. Le associazioni saranno tra le protagoniste dell’evento: allestiranno dei laboratori tematici, in cui, attraverso un coinvolgimento attivo del pubblico partecipante, faranno riflettere sulla straordinaria importanza dell’adozione di nuovi stili di vita. Sono ben venticinque le associazioni che quest’anno organizzano la manifestazione.

Questo il programma dettagliato della giornata: Piazza Caduti di Brescia – Sabato 26 giugno

Ore 17.30 - Concerto dell’Orchestra Maior della Scuola Media Monterisi (70 elementi);

Ore 18.15 - Testimonianza di Don Peppe Stoppiglia, noto sacerdote con esperienza missionaria in Brasile;

Ore 18.45 - Avvio dei quattro laboratori macrotematici: Mondialità, Educazione/Comunicazione, Ambiente, Relazione. Alcune guide accompagneranno il pubblico in un percorso tra i vari laboratori;

Ore 19.30 - Testimonianza di Salvatore Amaro, diabetologo ed esperto del mangiare sano, inventore del gioco da tavola Kaledo, incentrato sulle abitudini alimentari;

Ore 20.15 - Canti e balli con i gruppi ‘I picarielli’ e ‘Ballando per le strade’ * (correggere se sbagliato);

Nel contempo sarà preparato un ricco buffet in piazza.

Venerdì 28 Maggio 2010 08:05

Progetto "Donne al centro"

donne-al-centro

“Donne al centro”

“Un’altro mondo possibile” attraverso iniziative di progettazione partecipata

Percorso di formazione per un volontariato Sociale al femminile

Finanziato nell'ambito dei Percorsi di idee 2009 del CSV Assovoce Caserta

Venerdì 28 Maggio 2010 07:49

Progetto "Tracce di volontariato"

TRACCE DI VOLONTARIATO PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE 2009-2010

Ente proponente il progetto: Associazione Culturale PAIDEIA – ONLUS

Giovedì 27 Maggio 2010 17:50

Progetto "Rianimiamoci"

logo_rinimiamoci

Ri…Animiamoci

Per un altro mondo possibile!

 

Iniziativa finanziata a valere sui fondi della Perequazione per la progettazione sociale Regione Campania - Bando 2008

Giovedì 27 Maggio 2010 17:35

Progetto "Non cancellarmi"

logo_noncancellarmi

Percorsi di giustizia riparativa ed inclusione sociale
di persone incorse in reati, in esecuzione penale esterna

Iniziativa finanziata a valere sui fondi della Perequazione per la progettazione sociale Regione Campania - Bando 2008

Martedì 13 Aprile 2010 14:54

Non cancellarmi

ENTI PROMOTORI:

MoVI Campania  -  Capofila operativo sull’area Salerno

Il Sentiero, L’Ipotenusa, Centro Incontro Donne  -  Partner

UEPE di Salerno, PDZ S2 e S8  -  Adesioni istituzionali

Associazione culturale Paideia Onlus  -  Fornitore di servizi

 

DESTINATARI

Destinatari diretti: le persone affidate in prova dalla detenzione, dalla libertà, dalla detenzione domiciliare o arresti domiciliari e/o detenuti domiciliari dalla libertà, residenti nella provincia di Salerno.

Attualmente il numero di persone che risponde a queste caratteristiche, nella provincia di Salerno, è di circa 130 unità. Con il progetto si stima di raggiungere almeno 80 persone, con i relativi nuclei familiari.

Destinatari indiretti: Istituzioni pubbliche preposte alla promozione dell’inserimento socio-lavorativo della popolazione detenuta ed ex-detenuta; le organizzazioni del privato sociale, a diverso titolo, attive sul territorio e sensibili alle tematiche in oggetto; le imprese, le associazioni di categoria, disponibili a sperimentare percorsi innovativi di formazione e primo inserimento nel mondo del lavoro.

Il progetto conta di ampliare gli orizzonti culturali della cittadinanza, a livello regionale, raggiungendo il grande pubblico attraverso campagne di informazione e gli strumenti di comunicazione posti in essere.

 

OBIETTIVI PRINCIPALI

  • contribuire concretamente alla promozione di una cultura dell’accoglienza e dell’inclusione sociale;
  • promuovere interventi per lo sviluppo di una sensibilità civica verso l’esecuzione penale esterna e per un coinvolgimento attivo della società civile organizzata nell’azione di risocializzazione;
  • potenziare attraverso lo strumento della giustizia riparativa l’azione rieducativa, attualmente relegata alla sola restrizione della libertà, definendo percorsi di consapevolezza, autodeterminazione e cambiamento nei confronti di se stesso e della società;
  • fornire a soggetti in affidamento in Prova un’opportunità di recupero, attraverso l’esperienza della riparazione del danno nei confronti della società, in integrazione con i servizi giàrminazione e cambiamento nei confronti di se stesso e della società.

 

LE ATTIVITÀ PRINCIPALI

  • Creazione di un giornale a carattere regionale e di un sito web dinamico, tematico sul rapporto carcere/territorio. Creazione di un sito web dinamico (www.noncancellarmi.it), e di una newsletter a cadenza settimanale. Si prevedono incontri per la promozione e la diffusione dei suddetti strumenti di comunicazione su tutto il territorio regionale campano;
  • Creazione di un Centro di ascolto e di orientamento, presso la sede operativa del MOVI regionale, a Vietri sul Mare (o c/o Paideia) e di due punti di riferimento territoriali disponibili all’incontro con le persone in esecuzione penale esterna e le rispettive famiglie.

I centri, inoltre, promuovono esperienze di auto-aiuto tra le famiglie, aperti alla partecipazione di cittadini e famiglie disponibili a condividere percorsi di mutuo sostegno e di inclusione sociale.

  • Percorsi di “giustizia riparativa” e di inserimento socio-lavorativo per gli affidati in prova al Servizio Sociale di Salerno, con sperimentazione concreta, attraverso l’impegno, in via prioritaria, all’interno di gruppi ed associazioni di volontariato ed anche in realtà di terzo settore (accompagnamento e tutoraggio).

 

  • Realizzazione di n. 2 percorsi formativi di 30 ore cadauno, rivolti ai destinatari diretti del progetto aventi come tematiche di base:

1. la ricostruzione del sè come persona e come famiglia;

2. la consapevolezza ed il cambiamento degli stili di vita;

3. l’individuazione del contesto sociale e di quello associativo come stimolo al cambiamento;

  • Laboratori formativi per lo scambio di buone prassi e la  definizione di una metodologia di lavoro comune. Attività che vede protagonisti e destinatari i referenti delle organizzazioni partner e gli operatori  coinvolti nel progetto.
  • Sperimentazione di un laboratorio di formazione e pre-inserimento lavorativo nel campo della grafica e della editoria digitale in vista della creazione di una impresa sociale.
  • N. 5 Incontri sul territorio regionale, nelle scuole, nei luoghi di lavoro, in iniziative pubbliche, tese a sensibilizzare l’opinione pubblica, avvicinare persone, gruppi, aziende ed imprese, a questo mondo.
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 Succ. > Fine >>
Pagina 1 di 7
Website Security Test